unamossasola Recruit

  • Male
  • from TARANTO
  • Member since Sep 7th 2020
Last Activity

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our Cookie Policy.

  • unamossasola -

    want to shed some light on one aspect of the game that makes it the same
    misleading, from what are the real dynamics, of a war scenario, to which the various "proposed matches" often refer. This would be the aspect of being able to win a game (often, found in the game of many players; without a single clash between real players) only by conquering "provinces" or entire nations, among other things only, with a few single categories of units, compared to those that the game itself, makes available. So we see war scenarios, conditioned by the race to grab points and only that.
    While, I would dare to say that the game represents something else, as it is structured today, it would also allow historical re-enactments and therefore "dreaming and fantasizing" an approach to culture ....
    By linking the achievement of the "score" to a "matrix" of the path to armament, in turn, linked to a country which, thanks to a previously developed economy (this aspect, already contemplated), makes it possible to produce units, initially suitable to the geographical place where it is located. it transforms later, as it makes the conquest and therefore its expansion ... hence, consequently, you can also link the overall score to the objectives achieved. We will therefore no longer see worlds conquered only with light tanks or tankers ... and the game itself becomes more interesting as well as fun ...

  • unamossasola -

    Buonasera.
    Voglio far luce, su un aspetto del gioco, che rende lo stesso
    fuorviante, da quelle che sono le reali dinamiche, di uno scenario bellico, a cui spesso le varie "partite proposte" fanno riferimento. Ciò sarebbe, l'aspetto di poter vincere un game (spesso, riscontrato nel gioco di molti player; senza che avvenga un solo scontro, tra player reali) solo conquistando "province" o intere nazioni, tra l'altro solo, con poche singole categorie di unità, rispetto a quelle che il gioco stesso, mette a disposizione. Quindi vediamo scenari bellici, condizionati dalla corsa all'accaparrarsi punti e soltanto quello.
    Mentre, oserei dire che il gioco rappresenta altro, così come è strutturato oggi, permetterebbe anche rievocazioni storiche e quindi "sognando e fantasticando" un avvicinamento alla cultura....
    Legando, il raggiungimento del "punteggio" a una "matrice" di percorso all'armamento, a sua volta, legato a un Paese che grazie, a una economia precedentementesviluppata (aspetto questo, già contemplato) permette, di poter produrre unità, inizialmente idonee al luogo geografico in cui è ubicato. si trasforma in seguito, man mano che effettua la conquista e quindi la propria espansione... di qui, di conseguenza, si può anche legare il punteggio complessivo, agli obiettivi raggiunti. Non vedremo quindi più mondi conquistati solo con carro leggero o autocorazzate ... e il gioco stesso, si fa più interessante oltre che divertente ...

  • Jeff Starbucks -

    Ciao

  • unamossasola -

    Il browser game più indovinato ... appassiona attira e ti lega ... peccato, ci siano sempre bug da correggere e poi le contraddizioni dell'IA ... ma ciò nonostante 2 - 3 partite l'anno me le faccio! (spero un giorno, di poter modificare, quanto scritto come lamento e lasciare scritto tutto bello!!!).